Una Chieti stellare ingrana la quarta!

Grande prestazione dell’Asd Chieti Basket che esce trionfante dal PalaTricalle dopo una maestosa prova corale.

Oggi si richiedeva uno sforzo maggiore ai nostri ragazzi chiamati ad affrontare Mosciano, una delle rivelazioni del Campionato di C Silver, e loro hanno risposto presenti, azzerando ogni dubbio sulle reali capacità di questo gruppo.

È pur vero che ora non si deve cadere nel tranello di ritenersi arrivati e privi di stimoli ma oggi si può festeggiare una bellissima vittoria. I padroni di casa imprimono subito un gran ritmo alla gara, come previsto dal piano partita preparato da coach Cinquegrana, incrementando un cospicuo vantaggio (11-4) condito dall’impronta di Ucci, dominatore indiscusso del campo. Mosciano dimostra una certa sufficienza sul parquet, lasciando molti spazi all’attacco teatino, e Verrigni decide d’intervenire, fermando il gioco al giro di boa della prima frazione. Gli effetti sperati dalla panchina moscianese si concretizzano e gli ospiti entrano definitivamente in partita, aumentando l’intensità sulle due fasi. Comunque Chieti, con un colpo di reni, negli ultimi due minuti, riesce a mantenere un discreto vantaggio sugli avversari, nonostante il tap-in sulla sirena dell’ex Ippolito (19-14).

Chieti continua a spingere il pedale dell’accelleratore e ottiene il massimo vantaggio della serata (+10, 24-14 al 13’) ma, dopo questo break, i padroni di casa incappano in un blocco realizzativo che, contestualmente, corrisponde alla ripresa dell’Olimpia. Infatti la squadra di coach Verrigli torna a segnare con costanza, anche in virtù dei numerosi viaggi in lunetta. La partita entra definitivamente nel vivo con un sostanziale equilibrio. A Chieti vengono offerte molte opportunità per sbloccarsi dalla linea della carità ma le scarse percentuali non consentono all’Asd di chiudere il primo tempo in vantaggio. Al contrario la tripla d’Ippolito porta la sua squadra negli spogliatoi, per la prima volta avanti (34-37).

La ripresa è un puro concentrato di bellezza e perfezione per Chieti che mette a referto un break aperto di 14-0 in appena 3’, riproponendo quell’intensità agonistica della prima frazione, tanto richiesta dalla panchina teatina. Quando i padroni di casa hanno provato ad aumentare il ritmo, anticipando le mosse degli avversari, Mosciano si è dimostrata inerme nell’arginare le trame dei nostri. La terza frazione premia la formazione casalinga in tutti i parametri possibili, specie a rimbalzo offensivo, regalando molti possessi extra, concretizzati abilmente. Ma la vera protagonista di questi ultimi 10’ è sicuramente la difesa teatina che mantiene Mosciano a soli sette punti in questa frazione mentre Chieti dilaga nel punteggio, recuperando la leadership sul campo (59-44).

Ovviamente i ritmi di gioco mantenuti per tutta la partita e il vantaggio consistente inducono Chieti in fallo, allentando leggermente la presa sulla gara e Mosciano prova a rosicchiare il gap: ma non dimostrano quella verve necessaria per ribaltare il risultato. Così i padroni di casa riacquistano lucidità e tornano a lottare sul parquet, scacciando le streghe con un mini break di 5-0 firmato tutto da Crognale. Nonostante questo Cinquegrana decide di fermare il gioco per consentire ai suoi di prendere fiato e per disegnare le ultime manovre della partita, quando mancano due minuti alla sirena finale. La chiamata strategica si rivela azzeccata e Chieti porta a casa il quarto successo della preseason, quest’ultimo ancora più importante in virtù dello spessore tecnico di Mosciano, coriacea formazione militante in C Silver (72-61).

“La squadra aveva voglia di giocare questa sera mettendosi a confronto con un gruppo di categoria superiore” – commenta coach Cinquegrana – “e il primo quarto, in particolare, ha dimostrato proprio questo, dando subito una sterzata alla partita. Abbiamo giocato una partita davvero intensa e bella, lottando alla pari con tutti i ragazzi di Verrigni. Come sempre predico pazienza e calma perchè, nonostante il risultato, la gara non può proclamarci indiscussi vincitori: infatti, mentre noi abbiamo dato tutto sul campo, Mosciano ha dimostrato un approccio meno intenso alla gara, vista, forse e a ragione, più come un allenamento da loro. Passando ai punti da migliorare, certamente ci sono alcune letture difensive da rivedere, alcuni soluzioni non proprio corrette in determinati momenti del gioco. Noi siamo qui a lottare e a migliorarci ogni giorno e, passo dopo passo, la squadra sta acquisendo la sua fisionomia”.

Emanuele Di Nardo – Ufficio Stampa Asd Chieti Basket

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.