La Tasp vince con un Gallerini in grande spolvero (59-74)

L’Asd Chieti Basket esce sconfitta dal test al PalaTricalle contro una Teramo a Spicchi che, per ampi tratti, ha sfruttato un super Gallerini (21). In generale i teatini hanno tenuto botta agli ospiti, sfiorando anche il -4 sul finire della terza frazione ma le 22 palle perse pesano tantissimo sulle spalle dei ragazzi di coach Zubiran. Peccato per l’ultimo quarto spento e demotivato. A nulla sono bastate le prove di Mijatovic (18) e Cocco (17).

Partenza sprint al PalaTricalle grazie alla voglia di entrambe le compagini di alzare subito il ritmo del gioco. A parità di tentativi in attacco, il punteggio sorride evidentemente agli ospiti in virtù della loro maggiore esperienza con la quale sono riusciti a sfruttare quanto creato. Coach Zubiran allora interviene sul gioco chiamando timeout quando siamo giunti al giro di boa (2-10). Chieti riesce a bucare la difesa avversaria solo con un canestro in appoggio di Pappalardo prima di sbloccarsi anche dall’arco con Mijatovic. Un break di Palantrani (7) consente il primo allungo alla Tasp che chiude in vantaggio (11-22).

Le due cifre di distanza forse risultano un po’ ingenerose per i padroni di casa che, sebbene non riescano ad accendersi in attacco, sono riusciti a mettere in difficoltà per ampi tratti gli avversari. Infatti l’Asd Chieti Basket battezza il secondo periodo di sicuro con un altro spirito e le cose iniziano a girare meglio in attacco con Mijatovic (11) e Cocco (8) sugli scudi. Ma dall’altra parte Gallerini (18) decide che sia arrivato il suo momento e segna come e quando vuole, concretizzando più del 50% dei punti della sua squadra (13 dei 19 segnati da Teramo). Una bomba di Sarchioto sulla sirena lima lo svantaggio (31-41).

Rientrati dalla pausa lunga, i teatini continuano a percorrere la strada tracciata nei primi venti minuti, partendo da una difesa aggressiva e da veloci transizioni che pescano quasi sempre Cocco capace di mettere in difficoltà Piccinini. Coach Stirpe non è per nulla contento dell’atteggiamento dei suoi ed interviene con un timeout per trovare una scossa. Di fatti i padroni di casa, nonostante qualche palla persa di troppo, ha tra le mani la palla del -4 con una tripla non convalidata a Mijatovic sul 47-55 perché pesta la linea laterale con il piede. In un amen Wu e Megazzeni siglano un parziale (0-6) che fa male (47-61).

Parziale che viene perfezionato dagli stessi interpreti, assististi da Sacripante, fino a allargare la forbice a quota venti (47-67). I ragazzi di coach Zubiran iniziano a mostrare i primi segni di cedimento concedendo tanto a rimbalzo difensivo e faticando a coprire bene l’area. I teramani allora si adoperano per far scorrere il tempo giocando con il cronometro ed alzando il piede dall’acceleratore. Di sicuro l’ultima frazione lesina del bel gioco e si trascina verso la sirena finale lasciando un po’ d’amaro in bocca per quanto visto nei trenta minuti precedenti (59-74).

Parziali: 11-22; 20-19 (31-41); 16-20 (47-61); 12-13 (59-74)

Asd Chieti Basket: Berardi 3, Sarchioto 3, Abdulai, Cocco 17, Sigismondi 2, Cassano, Pappalardo 5, Bantsevich 5, De Luca 6, Mijatovic 18, D’Onofrio. Coach Zubiran, Ass. Coach Mucci.

Tasp: Megazzeni 7, Palantrani 9, Wu 15, Bucci, Ragonici, Piccinini 15, Piersanti, Gallerini 21, Sacripante 7. Coach Stirpe.

Area Comunicazione Asd Chieti Basket – Emanuele Di Nardo

 

 

 

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.