Chieti domina e gestisce: Cepagatti può solo arrendersi!

L'Asd Chieti Basket dimostra di saper gestire una partita tutt'altro che semplice ottenendo i due punti (44-56)

Alla vigilia della gara, abbiamo evidenziato l'importanza del palazzetto per Cepagatti che ha costruito i suoi maggiori successi proprio tra le mura amiche. Comparando il match odierno con quello dell'andata si riscontra una comune discriminante: il gioco di Cepagatti ha messo in difficoltà i nostri ragazzi impossibilitati a dimostrare tutto il loro valore tecnico e tattico. Questo si traduce in molteplici errori al tiro o in una poco lucida circolazione di palla. Tuttavia il gruppo sta maturando giornata dopo giornata, specie nella gestione del ritmo e dell'intensità, riuscendo a vincere nonostante percentuali realizzative basse.

La partita è stata tutt'altro che piacevole, inutile girarci attorno ma è necessario focalizzare l'attenzione sull'importanza di questo successo sia per l'economia della classifica (adesso siamo sul +4 sull'Azzurra in attesa dello scontro diretto di domenica prossima) sia per l'accresciuta resilienza dei nostri ragazzi i quali, seppur incerottati e non al massimo, si sono rivelati tenaci e gagliardi. Chieti detiene le redini della gara dal primo all'ultimo minuto, nonostante l'avvio sia stato molto contratto per entrambe le squadre (3-3 al 5'), salvo poi registrare un miglioramento delle realizzazioni teatine dopo il giro di boa del periodo che ci consentono di chiudere in vantaggio il primo quarto (10-15).

Con l'inerzia del gioco a proprio vantaggio, la squadra di coach Cinquegrana continua a creare del buon gioco al fine di trovare il definitivo allungo sugli avversari. Quest'ultimi, invece, mai domi e sollecitati dal pubblico amico, iniziano ad imbeccare i loro principali terminali offensivi, tra i quali Del Grosso (10 punti finali) e Di Muzio (9), che tamponano il break teatino e si apprestano alla pausa lunga con il divario inalterato o quasi (24-33).

Sicuramente negli spogliatoi entrambe le panchine avranno avuto modo di analizzare nel complesso l'andamento del primo tempo con l'auspicio di migliorare appena rientrate sul parquet. Ed altrettanto certamente l'Asd Chieti Basket ha palesato uno spirito nuovo, una determinazione rigenerata dal colloquio con il nostro staff tecnico, convertiti in un aumento delle percentuali al tiro. Rileggendo la storia del terzo periodo, forse, ci sarebbe un pò di rammarico per il fatto di non aver imposto un dominio offensivo più netto e chiuso la gara del tutto. Tuttavia gli ospiti si assicurano un vantaggio (34-48) che verrà gestito con parsimonia negli ultimi 10' quando entrambe le compagini crollano, chiudendo con un parziale (10-8) al di sotto delle aspettative generali (44-56)

Commenta così coach Cinquegrana: "Abbiamo preparato la partita con la consapevolezza che sarebbe stata dura. Cepagatti è una squadra spigolosa che ha dimostrato le sue potenzialità in casa, battendo Lanciano. Noi sapevamo che la chiave di lettura per la vittoria sarebbe stata la gestione del ritmo e del tempo e i miei ragazzi l'hanno fatto nel migliore dei modi, non facendosi sopraffare dall'ansia di segnare nell'immediato. Abbiamo vinto nonostante un punteggio finale basso ma sono contento perchè abbiamo trovato altre strade per ottenere i due punti. Purtroppo abbiamo registrato lo stesso dato degli infortuni con Ruggieri e Clemente alle prese con i problemi alle caviglie."

 

Parziali:10-15; 19-25; 34-48; 44-56

Tabellini

Cepagatti Basket: D'Amico, Rapposelli 6, Del Grosso, Del Grosso 10, Di Pietrantonio 7, Masciopinto 6, Di Muzio 9, Capitanio, Mazzocco 4, Della Valle 2. Coach D'Aloisio.

Asd Chieti Basket: Clemente 6, Gialloreto, Pichierri 2, Quarti 10, Ucci 15, Ponziani 6, Cefaratti 5, Crognale 2, Traversi, Ruggieri 6, Costanzo 4. Coach Cinquegrana

 

Area Comunicazione Asd Chieti Basket

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.